Via Zucchi (Pilone Centrale, Grignetta) – il distanziamento sociale dell’autosicura

Potrei dirvi che l'ho fatto perché mi sta antipatica la gente. E in effetti sì, l'ho fatto per quello. Ma non è socialmente accettabile dirlo quindi l'ho fatto perché mi son svegliata storta, dopo un paio di giorni storti, in cui dajeeridaje non sono riuscita ad organizzare nulla che mi dicesse qualcosa, mi hanno paccato …

Leggi tutto Via Zucchi (Pilone Centrale, Grignetta) – il distanziamento sociale dell’autosicura

Presolana, Spigolo Longo – gli affetti instabili

Ma poi che vuol dire affetti stabili? Ma Conte ma tu lo sai che alla mia generazione la parola "stabile" suona un po' gracchiante? Siamo cresciuti con i contratti coccodè e quando i nostri genitori ci hanno detto che alla nostra età loro erano già genitori, a noi c'è parso giusto fare spallucce e rispondere …

Leggi tutto Presolana, Spigolo Longo – gli affetti instabili

Pietra di Bismantova – tra “sabbia” e sole

  Credo che dopo gli addetti ai lavori solo gli alpinisti abbiano una percezione così precisa del meteo: cinque app, una triangolazione personale di dieci bollettini, un'esperienza acquisita nel tempo sui posti dove piove di sicuro (voi il panorama dalla Presolana l'avete mai visto? No perché senza nuvole da quelle parti mi sentirei spaesata...). Col …

Leggi tutto Pietra di Bismantova – tra “sabbia” e sole

Muncech/Pizzo della Gratella – l’ignoto

"Ma se andassimo in una zona sconosciuta, sopra la Capanna di Como, ci sono stato facendo scialpinismo, però di relazioni ce ne sono pochissime sulle vie, la zona però è davvero remota..." Tergiverso un po'. Le vie "possibili" sono due, la Panzeri Vitali al pizzo Campanile e l'altra che abbiamo in mente è una via …

Leggi tutto Muncech/Pizzo della Gratella – l’ignoto

Tufelstalwand (Parete del Diavolo), via Zeichen der Freundschaft – il plaisir in chiave postmoderna

Le cose erano chiare, già da settimana scorsa. "Facciamo una via tranquilla". Siamo finiti a fare Pegaso Machine al Pinnacolo. Ora, capisco che non sia, su scala assoluta, l'esperienza del demonio, però è finita che per attaccarla abbiamo nuotato nell'erba bagnata e alta fino al ginocchio, non l'abbiamo finita, ci siamo calati perché nessuno aveva voglia di …

Leggi tutto Tufelstalwand (Parete del Diavolo), via Zeichen der Freundschaft – il plaisir in chiave postmoderna

Presolana, via Hard Rock e traversata delle cime – le caianate vere (e belle)

Se il primo appuntamento è un "conosciamoci", il secondo è implicitamente una dichiarazione di interesse, al terzo appuntamento la storia inizia a farsi decisamente seria. E infatti il mio, con la Presolana, è il terzo di appuntamento e non c'è che dire: non posso certo considerarla una cottarella ormai, con le sue pareti piene di …

Leggi tutto Presolana, via Hard Rock e traversata delle cime – le caianate vere (e belle)

Briançon – il buono, il cattivo e il brutto

Ricapitolando un po' l'estate: su roccia marcia in Dolomiti, senza protezioni, ci siamo andati (e volevo piangere), su granito ci siamo andati, nel camino di Polimagò e sulle fessure di Kundalini con la corda sotto il sedere credo di aver davvero pianto, sul traverso e in placca non me lo ricordo ma forse è perché …

Leggi tutto Briançon – il buono, il cattivo e il brutto

Via Steger alla Punta Emma (Catinaccio) – si sta come in Dolomiti, su due chiodi marci, gli alpinisti

Quando arrivo in sosta quasi non ci credo, quando vedo i due chiodi arrugginiti non so se sia più intensa la felicità del tiro appena fatto o l'ansia che un po' mi sale all'idea di appendermi su quella sosta. Ma ormai siamo in ballo, a metà parete, non è certo il caso di mettersi a …

Leggi tutto Via Steger alla Punta Emma (Catinaccio) – si sta come in Dolomiti, su due chiodi marci, gli alpinisti

Una normale poco normale al Campanile Basso, Dolomiti del Brenta

"Ma giuro sono mite, anche se sembro roccia, col cuore dolomite...". Tanto alte e maestose quanto fragili e delicate, ho una strana sensazione riguardo alle Dolimiti, sono un paio di giorni ormai che sono a zonzo tra queste cattedrali. Si ergono dal nulla, poggiando sui loro stessi ghiaioni di sabbia, sembrano tra le pareti più …

Leggi tutto Una normale poco normale al Campanile Basso, Dolomiti del Brenta